Non categorizzatoCome ho conosciuto il mio negozio preferito Maledetti Toscani

2 Aprile 2020by mtadmin22

Oggi sono qui per raccontarvi come ho conosciuto il mio negozio preferito Maledetti Toscani. Mi presento, sono Anna e sono una turista; in estate mi piace visitare l’Italia, in questi anni sono già stata a Roma, Torino, Cortona e Montepulciano.negozio firenze maledetti toscani

In una calda giornata di Giugno mi sono addentrata nell’afoso centro di Firenze, dopo aver visitato alcuni dei luoghi più belli della città tra cui Piazza Duomo, Ponte Vecchio, gli Uffizi, Palazzo Vecchio e piazza Michelangelo ho deciso di vagare per i piccoli e tipici vicoletti della città.

Inaspettatamente in via Borgo Degli Albizi il mio occhio si sofferma su una vetrina particolare, fuori dal comune, dove c’era scritto “noi non siamo gente normale”. Allorché alzo gli occhi e leggo il nome del brand dello shop, “Maledetti Toscani”.

Invogliata dal nome divertente entro nella boutique e vengo subito accolta dal presidente di Maledetti Toscani: si chiama Alessandro Quadri, è un’uomo furbo e simpaticissimo. Lo store internamente è ancora più affascinante dell’esterno, è tutto creato da tavole di legno di compensato e riciclato che simulano una botte di vino. All’interno del negozio è anche presente la sagoma di una Fiat 500… Incantevole e tipicamente italiana. Appena entro Alessandro mi accoglie in maniera piacevole, e mi racconta un po’ di storia del brand.

Maledetti Toscani nasce nel 1848 dal nonno di Alessandro che si chiamava Livio; era un gran lavoratore e appassionato di lavorazione della pelle. Dal 1848 ad oggi l’azienda si è ingrandita molto e adesso conta sette negozi sparsi in tutta Italia! Alessandro mi ha raccontato poi che i prodotti esposti sono tutti realizzati da piccoli artigiani ed è tutto rigorosamente Made In Italy! Utilizzano solo pelle conciata al vegetale, è un prodotto di origine animale: generalmente si tratta di pelli bovine, ovine o caprine, prodotti di riciclo dell’industria alimentare, che vengono sottoposti alla concia, un processo in grado di arrestarne la decomposizione, rendendo impermeabili e facilmente lavorabile.

Guardandomi attorno noto tutti prodotti magnifici… Vorrei comprare tutto! Inizio a provarmi un polacchetto in pelle di bufalo, poi una sneaker in canvas, poi uno stivale alto in pelle di vitello scarnicciato; successivamente mi sono provata un cappotto in sheerling e un trench in vitello lavato. Infine non ho potuto fare a meno di notare delle borse fantastiche, dalla pochette laserata, alla borsa secchiello fino alla cartella in cuoio lavato. Arrivata alla cassa ho deciso di prendere anche un regalo a mio marito, ero indecisa tra la cintura tagli e il porte sigarette e accendino. Alla fine ho optato per il secondo perché non ne avevo mai visti di così belli e lavorati con maestria.

Al momento del pagamento Alessandro mi dice che loro lavorano solo con etica, tutti i dipendenti del suo brand lavorano bene e non sono sottopagati e soprattutto non fanno realizzare i propri prodotti a bambini di paesi poveri, dopo averlo sentito sono stata ancora più felice di acquistare da loro! Adesso che non sono più in Italia seguo il mio brand preferito dallo shop online www.maledettitoscani.com, spediscono in tutto il mondo con tempi brevissimi! E appena posso torno sempre nel mio negozio di fiducia!

cinture intreccio maledetti toscani

scarpe e cintura maledetti toscani

      2 comments

      • Mixkes

        14 Luglio 2020 at 18:06

        Thank you very much for the invitation :). Best wishes.
        PS: How are you? I am from France 🙂

        Commenta

      Lascia un Commento

      La sua email non sarà pubblicata I campi obbligatori sono contrassegnati *

      Translate »
      Open chat
      Powered by