0prodotto(i)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.
pepo

CHI SONO I MALEDETTI TOSCANI?

La nostra storia ha inizio nel 1848, quando il nostro trisnonno cominciò l'attività di ciabattino nel ridente borgo chiamato Montepulciano.
A quei tempi (in pieno Granducato, l'Italia unita era ancora un'immagine lontana) le calzature erano un oggetto prezioso, talmente prezioso che i contadini, quando lasciavano la campagna per entrare nelle città, erano soliti togliersi gli zoccoli da lavoro ed indossare le scarpe vere e proprie, "quelle buone", come si dice qui da noi.
Dal 1890 al 1929 spettò al bisnonno Zaccaria Quadri il compito di "mandare avanti la baracca". A dargli manforte c'era il figlio Livio che però, appena diciottenne, subito dopo la Grande Guerra, partì alla volta di New York con solamente poche lire in tasca, un grande baule di legno pieno di sogni e speranze e l'unica cosa che sapeva fare, la sua eredità, la nostra tradizione di famiglia. Un giovane di talento e tenacia, che cominciò a riparare scarpe per facoltosi uomini d'affari in un sottoscala di Manhattan per riuscire poi, con fatica e sacrificio, a ritagliarsi un piccolo spazio tutto suo, una bottega in cui le scarpe non solo le riparava, ma addirittura le produceva. E che scarpe!
La gente se ne accorse e piano piano arrivò un discreto successo; la qualità paga, sempre.
Ma un toscano DOC non può pensare di vivere tutta la vita senza pici al sugo e nana in porchetta; la crisi del '29 indusse Livio a tornare finalmente a casa e a prendere il posto del padre (che dopo una vita di duro lavoro si meritava un po' di riposo, no?) nella gestione del negozio di famiglia.
Furono anni di tranquillità e progresso fino al secondo conflitto mondiale, in cui Livio visse anche l'esperienza del carcere per una barzelletta raccontata sul regime. Fortuna volle che la Regina, in seguito alle numerose lettere di nostra nonna che, disperata, con 3 figli e una bottega da mandare avanti, le chiedeva di intercedere per il marito, gli concesse la grazia. Dagli anni '60 al 1998 spettò al nostro babbo Paolo e zio Tommaso, traghettare l'attività verso nuovi lidi, e ora ci siamo noi, Nicola e Alessandro, in arte Nikke e Belli. Stiamo facendo un buon lavoro? Questo ditecelo voi!

FILOSOFIA & LAVORAZIONE

MADE IN ITALY
Fatto in Italia, pensato da MT
pepo
Dovremmo sapere di essere proprio fortunati.
Per i privilegi ricevuti nascendo in questo posto. Questo vale per tutta la nostra Italia e di certo per la nostra Toscana.
Ci sono tanti paesi vasti e sconfinati, dove prima di incontrare un fiore passano km e km, quindi penso, che soddisfazione quando invece, qua girando l'angolo se ne vede sbocciare un altro...
Siamo così piccoli ma così pieni.
La nostra terra é saporita come un concentrato di pomodoro, peccato che mangiandolo tutti i giorni ci si dimentichi di quanto sia buono...raramente oggi sappiamo sfruttare i nostri vantaggi e rendere onore a questa ricchezza ricevuta.
La nostra splendida eredità non è sufficiente a convincerci ad apprezzarla...viene maltrattata e spesso dimenticata proprio da noi.
La vita di oggi ci porta lontano dalla nostra cultura, dal nostro antico saper fare, saper parlare, e dal preziosissimo saper pensare...



Adesso Made in Ovunque, fuorché in Italy...
Per Maledetti Toscani invece é d’ obbligo onorare il nostro rinomato Made in Italy, che ha portato noi che viviamo in questo tempo a godere di una fama creata dai nostri predecessori, generazioni di artigiani che hanno trasmesso la cultura e un notevole patrimonio di sforzo intellettuale.
Mentre tutti lo scrivono senza poi rispettare le regole e dar lavoro ai nostri artigiani, noi lo facciamo davvero, e possiamo garantire il 100% Fatto In Italia.
Perciò chi come noi rispetta il made in Italy é come una lucciola nella notte, e ci regala una gioia pari al gol decisivo in finale Italia- Francia 2006! Maledetti Toscani vuole portare avanti una storia di successi del saper fare, convinti che abbiamo ancora straordinarie capacità nelle mani da poter offrire a tutto il mondo, difficilmente imitabili.
Da noi ogni pezzo é realizzato a mano dai nostri artigiani esperti, un pezzo alla volta, e nel pieno rispetto delle regole del lavoro.

UN CLASSICO DI CAMPAGNA

pepo
I modelli sono ispirati alla nostra campagna, semplice e schietta, e ai nostri borghi ricchi di storia...
Le mani
Il tocco manuale é al centro di ogni lavorazione, sempre presente in qualsiasi fase, la mano disegna modella taglia cuce stende piega colora lucida protegge...che si tratti di una giacca o di una scarpa c’ é sempre il richiamo al vissuto, all’ esperienza, a ciò che é autentico, nasce così la destrutturazione di una scarpa, il lavaggio di una borsa, l’ intreccio di una pelle...
Le materie prime
Scegliamo pellami di prima qualità, affidandoci a conciatori che sfruttano gli antichi metodi risalenti all'Impero Romano. La concia al vegetale é ancora oggi il metodo più ecologico di concia, la più tradizionale e riconoscibile, l’ unica che lascia ben visibile l’ impronta digitale di ogni pelle, perchè rispetta la natura della materia. La pelle conciata al vegetale assorbe e incorpora in sè il tempo che passa, e testimonia l’ uso che se ne fa. é come osservare il volto di ognuno di noi invecchiare naturalmente, senza nessun ritocco estetico, i segni e le calde sfumature di colore che si formano col tempo esprimono le abitudini e la vita vissuta senza nessuna menzogna.
“SOBRIO” COME UN VINO INVECCHIATO

Lo stile Maledetti Toscani é profondo e di sostanza.
Ci auguriamo che la nostra passione affiori in ogni pezzo realizzato.
Ci prendiamo molta cura del nostro lavoro e vogliamo trasmettere il nostro amore e rispetto per la vita.
Vogliamo soddisfare chi é in cerca di qualcosa di autentico.
Delle Scarpe...
Proprio come per le persone “non può essere considerato bello a lungo ciò che non é tollerabile a lungo"
Bello fuori e dentro. Maledetti toscani realizza una scarpa bella ma comoda.
La scarpa maschile: é il simbolo del carattere pratico, dinamico, un pò elegante e un pò irriverente dell’ uomo MT, che si adatta a tutte le situazioni. La scarpa femminile: per noi la donna si può innamorare di una forma che le stia a pennello, che la faccia sentire bella, ma anche la scarpa a cui si affeziona, che sopravvive alle pulizie di Pasqua e ai cambi di moda, che può essere solo quella che la fa sentire bella, comoda e forte allo stesso tempo.
Delle Giacche di pelle...
Quando s’ indossa una giacca di pelle, di vera pelle, ci sentiamo qualcun altro o semplicemente facciamo affiorare il lato più ribelle e trasgressivo della nostra personalità; un giubbotto di pelle resuscita il motociclista o rock star che é in noi.
A questo serve una giacca in pelle. A vivere il nostro momento di celebrità.
Delle Borse...
Le borse sono fatte per due cose: portare oggetti e farsi notare.
Perciò Noi concepiamo le nostre borse come uno sfoggio di bravura manuale, evidente negli intrecci e nelle cuciture realizzate completamente con ago e filo a mano. Questo rende unica la scelta di una borsa MT. Per l’ interno non c’ é problema, c’ é sempre posto per tutto. Realizziamo ancora il borsone da viaggio di pelle, una sacca morbida con manici e tracolla; il fatto che si deve avere una certa forza per portare un borsone pieno, aggiunge il tocco maschile - o da maschiaccio - tipico di MT. Si dovrebbe pensare sempre di più allo stile, all’ avventura e alla gioia di vivere, che ti può dare un borsone morbido in pelle piuttosto che un trolley praticissimo di plastica.
pepo

CHI SONO I MALEDETTI TOSCANI?

La nostra storia ha inizio nel 1848, quando il nostro trisnonno cominciò l'attività di ciabattino nel ridente borgo chiamato Montepulciano.
A quei tempi (in pieno Granducato, l'Italia unita era ancora un'immagine lontana) le calzature erano un oggetto prezioso, talmente prezioso che i contadini, quando lasciavano la campagna per entrare nelle città, erano soliti togliersi gli zoccoli da lavoro ed indossare le scarpe vere e proprie, "quelle buone", come si dice qui da noi.
Dal 1890 al 1929 spettò al bisnonno Zaccaria Quadri il compito di "mandare avanti la baracca". A dargli manforte c'era il figlio Livio che però, appena diciottenne, subito dopo la Grande Guerra, partì alla volta di New York con solamente poche lire in tasca, un grande baule di legno pieno di sogni e speranze e l'unica cosa che sapeva fare, la sua eredità, la nostra tradizione di famiglia. Un giovane di talento e tenacia, che cominciò a riparare scarpe per facoltosi uomini d'affari in un sottoscala di Manhattan per riuscire poi, con fatica e sacrificio, a ritagliarsi un piccolo spazio tutto suo, una bottega in cui le scarpe non solo le riparava, ma addirittura le produceva. E che scarpe!
La gente se ne accorse e piano piano arrivò un discreto successo; la qualità paga, sempre.
Ma un toscano DOC non può pensare di vivere tutta la vita senza pici al sugo e nana in porchetta; la crisi del '29 indusse Livio a tornare finalmente a casa e a prendere il posto del padre (che dopo una vita di duro lavoro si meritava un po' di riposo, no?) nella gestione del negozio di famiglia.
Furono anni di tranquillità e progresso fino al secondo conflitto mondiale, in cui Livio visse anche l'esperienza del carcere per una barzelletta raccontata sul regime. Fortuna volle che la Regina, in seguito alle numerose lettere di nostra nonna che, disperata, con 3 figli e una bottega da mandare avanti, le chiedeva di intercedere per il marito, gli concesse la grazia. Dagli anni '60 al 1998 spettò al nostro babbo Paolo e zio Tommaso, traghettare l'attività verso nuovi lidi, e ora ci siamo noi, Nicola e Alessandro, in arte Nikke e Belli. Stiamo facendo un buon lavoro? Questo ditecelo voi!

FILOSOFIA & LAVORAZIONE

MADE IN ITALY
Fatto in Italia, pensato da MT
pepo
Dovremmo sapere di essere proprio fortunati.
Per i privilegi ricevuti nascendo in questo posto. Questo vale per tutta la nostra Italia e di certo per la nostra Toscana.
Ci sono tanti paesi vasti e sconfinati, dove prima di incontrare un fiore passano km e km, quindi penso, che soddisfazione quando invece, qua girando l'angolo se ne vede sbocciare un altro...
Siamo così piccoli ma così pieni.
La nostra terra é saporita come un concentrato di pomodoro, peccato che mangiandolo tutti i giorni ci si dimentichi di quanto sia buono...raramente oggi sappiamo sfruttare i nostri vantaggi e rendere onore a questa ricchezza ricevuta.
La nostra splendida eredità non è sufficiente a convincerci ad apprezzarla...viene maltrattata e spesso dimenticata proprio da noi.
La vita di oggi ci porta lontano dalla nostra cultura, dal nostro antico saper fare, saper parlare, e dal preziosissimo saper pensare...



Adesso Made in Ovunque, fuorché in Italy...
Per Maledetti Toscani invece é d’ obbligo onorare il nostro rinomato Made in Italy, che ha portato noi che viviamo in questo tempo a godere di una fama creata dai nostri predecessori, generazioni di artigiani che hanno trasmesso la cultura e un notevole patrimonio di sforzo intellettuale.
Mentre tutti lo scrivono senza poi rispettare le regole e dar lavoro ai nostri artigiani, noi lo facciamo davvero, e possiamo garantire il 100% Fatto In Italia.
Perciò chi come noi rispetta il made in Italy é come una lucciola nella notte, e ci regala una gioia pari al gol decisivo in finale Italia- Francia 2006! Maledetti Toscani vuole portare avanti una storia di successi del saper fare, convinti che abbiamo ancora straordinarie capacità nelle mani da poter offrire a tutto il mondo, difficilmente imitabili.
Da noi ogni pezzo é realizzato a mano dai nostri artigiani esperti, un pezzo alla volta, e nel pieno rispetto delle regole del lavoro.

UN CLASSICO DI CAMPAGNA

pepo
I modelli sono ispirati alla nostra campagna, semplice e schietta, e ai nostri borghi ricchi di storia...
Le mani
Il tocco manuale é al centro di ogni lavorazione, sempre presente in qualsiasi fase, la mano disegna modella taglia cuce stende piega colora lucida protegge...che si tratti di una giacca o di una scarpa c’ é sempre il richiamo al vissuto, all’ esperienza, a ciò che é autentico, nasce così la destrutturazione di una scarpa, il lavaggio di una borsa, l’ intreccio di una pelle...
Le materie prime
Scegliamo pellami di prima qualità, affidandoci a conciatori che sfruttano gli antichi metodi risalenti all'Impero Romano. La concia al vegetale é ancora oggi il metodo più ecologico di concia, la più tradizionale e riconoscibile, l’ unica che lascia ben visibile l’ impronta digitale di ogni pelle, perchè rispetta la natura della materia. La pelle conciata al vegetale assorbe e incorpora in sè il tempo che passa, e testimonia l’ uso che se ne fa. é come osservare il volto di ognuno di noi invecchiare naturalmente, senza nessun ritocco estetico, i segni e le calde sfumature di colore che si formano col tempo esprimono le abitudini e la vita vissuta senza nessuna menzogna.
“SOBRIO” COME UN VINO INVECCHIATO
Lo stile Maledetti Toscani é profondo e di sostanza.
Ci auguriamo che la nostra passione affiori in ogni pezzo realizzato.
Ci prendiamo molta cura del nostro lavoro e vogliamo trasmettere il nostro amore e rispetto per la vita.
Vogliamo soddisfare chi é in cerca di qualcosa di autentico.
<
Delle Scarpe...
Proprio come per le persone “non può essere considerato bello a lungo ciò che non é tollerabile a lungo"
Bello fuori e dentro. Maledetti toscani realizza una scarpa bella ma comoda.
La scarpa maschile: é il simbolo del carattere pratico, dinamico, un pò elegante e un pò irriverente dell’ uomo MT, che si adatta a tutte le situazioni. La scarpa femminile: per noi la donna si può innamorare di una forma che le stia a pennello, che la faccia sentire bella, ma anche la scarpa a cui si affeziona, che sopravvive alle pulizie di Pasqua e ai cambi di moda, che può essere solo quella che la fa sentire bella, comoda e forte allo stesso tempo.
<
Delle Giacche di pelle...
Quando s’ indossa una giacca di pelle, di vera pelle, ci sentiamo qualcun altro o semplicemente facciamo affiorare il lato più ribelle e trasgressivo della nostra personalità; un giubbotto di pelle resuscita il motociclista o rock star che é in noi.
A questo serve una giacca in pelle. A vivere il nostro momento di celebrità.
<
Delle Borse...
Le borse sono fatte per due cose: portare oggetti e farsi notare.
Perciò Noi concepiamo le nostre borse come uno sfoggio di bravura manuale, evidente negli intrecci e nelle cuciture realizzate completamente con ago e filo a mano. Questo rende unica la scelta di una borsa MT. Per l’ interno non c’ é problema, c’ é sempre posto per tutto. Realizziamo ancora il borsone da viaggio di pelle, una sacca morbida con manici e tracolla; il fatto che si deve avere una certa forza per portare un borsone pieno, aggiunge il tocco maschile - o da maschiaccio - tipico di MT. Si dovrebbe pensare sempre di più allo stile, all’ avventura e alla gioia di vivere, che ti può dare un borsone morbido in pelle piuttosto che un trolley praticissimo di plastica.